La gestione dei contrassegni per i cittadini con ridotta mobilità

Il Citypass consente la gestione dei contrassegni invalidi del Comune di  Verona.
Pertanto, è  favorita la mobilità delle persone disabili all’interno non solo del Comune di Verona ma di tutti i comuni della provincia che hanno aderito al servizio, anche in relazione alla costituzione di zone a traffico limitato.

Da oltre 5 anni, il nostro Comune (rappresentato dai coordinamenti Mobilità e Traffico, Informatica e-Government e la Polizia Municipale)  è capogruppo del servizio ed è impegnato attivamente allo scopo di consentire l’uso della propria piattaforma ‘ZTL*Web’ da parte di altri comuni della provincia.

Concretamente, attraverso il Citypass i veicoli al servizio delle persone disabili possono accedere liberamente alle Zone a Traffico Limitato di tutti i comuni della provincia che hanno aderito, anche negli orari vietati.
Vi sono due possibilità:

  1. comunicazione “targa di cortesia”
    Il cittadino con ridotta mobilità presenta la richiesta allo Sportello Polifunzionale di Via Adigetto e comunica la targa del veicolo prevalentemente utilizzato. Quindi, la targa viene inserita nell’elenco degli autorizzati al transito.
    (Questa comunicazione è utile se si accede alla ZTL abbastanza frequentemente.)
  2. comunicazione “targa transito occasionale”
    Il cittadino con ridotta mobilità può richiedere “a posteriori” che un transito venga autorizzato. In questo caso è necessario regolarizzare il transito entro 72 ore dall’accesso, inviando i seguenti documenti:
  • fotocopia dell’autorizzazione disabili
  • fotocopia di un documento di identità dell’intestatario dell’autorizzazione disabili
  • autocertificazione
  • dichiarazione privacy

Tutto questo materiale può essere inviato via posta al Comando Polizia Municipale di Verona, via del Pontiere 32a 37122 Verona.
Può anche essere inviato via fax al n. 045/8078417, all’attenzione dell’Ufficio Controllo Varchi, che inserisce la targa del veicolo fra quelle autorizzate per quella giornata.

 City Pass – generalità

City Pass – architettura

City Pass – architettura informatica

Punti di attenzione

  • Cambio di residenza della persona con disabilità. Nei casi in cui l’Amministrazione Comunale aveva accolto la domanda di istituire uno stallo per disabili al vecchio indirizzo, va inoltrata la comunicazione di trasferimento al medesimo ufficio;
  • Smarrimento del CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo). Per ottenere il duplicato del CUDE, in caso di furto o smarrimento, è necessario denunciare il fatto a Polizia o Carabinieri e poi recarsi all’ufficio anagrafico del Comune di residenza.