Premesso che Cultura dell’attività motoria e sportiva deve essere :

  • incentivata verso tutti e quindi anche per le persone con disabilità;

  • intesa non solo come attività riabilitativa o semplicemente ricreativa, bensì come attività che consenta una crescita ed uno sviluppo globale della persona, favorendone l’autonomia, l’ autodeterminazione e l’inclusione.

Tutti insieme quindi per contrastare ogni forma di emarginazione e per promuovere la condivisione di risorse e capacità, per incentivare la partecipazione di tutti, nelle ricerca del bene comune.

Il progetto ha l’obiettivo di :

  • sviluppare una rete tra: Associazioni Sportive in cui sono presenti anche atleti con disabilità e associazioni che gestiscono attività nell’ambito del tempo libero particolarmente orientate alle persone con disabilità;

  • aprire una finestra sul mondo dello sport fornendo informazioni, documentando eventi passati e prossimi organizzati da associazioni sportive che dedicano attenzione ad atleti con disabilità;

  • creare opportunità di collaborazione tra l’Università di Verona – Scienze Motorie ed Associazioni sportive al fine di formare tecnici e fisioterapisti particolarmente orientati alla pratica sportiva di persone con disabilità;

  • riservare un’area ad istituzioni C.I.P., Università di Verona, C.U.S., C.S.I., INAIL al fine di garantire un coordinamento e una pubblicizzazione delle varie iniziative/eventi organizzati;

  • fornire alle persone con disabilità un bacino informativo di carattere generale ma in particolar modo specifiche per le persone che abitano nella Regione Veneto.